Motori

350 cavalli e un rapporto di compressione 12,0:1

Gli ingegneri Suzuki hanno raggiunto una potenza di 350 cavalli pur progettando una testata compatta e leggera. La potente cilindrata da 4,4 litri è abbinata a un rapporto di compressione di 12,0:1 dalle alte prestazioni, il più alto mai raggiunto nella produzione di un motore fuoribordo. La combinazione unica di aspirazione di aria fredda, doppi iniettori di carburante e pistoni rinforzati ha praticamente eliminato la battuta in testa del motore, un effetto collaterale tipico dei motori ad alta compressione.

Sistema Suzuki a doppia griglia, aspirazione diretta dell’aria

I tecnici Suzuki hanno progettato un sistema di aspirazione dell’aria che consente al motore di aspirare un grande quantitativo di aria fresca, separando continuamente acqua, spruzzi e umidità. Le doppie griglie sotto il vano motore intrappolano le goccioline d’acqua, e poi l’umidità, quando entrano nella calandra. In questo modo, durante i collaudi abbiamo ottenuto un’immissione di acqua pari a zero. Inoltre, le temperature di aspirazione dell’aria sono, di media, di 10 gradi più fresche rispetto alla temperatura ambiente, così da fornire alla camera di combustione un’aria più fredda e densa e ottenere un ciclo più potente.

Sistema a doppia propulsione Suzuki / Doppi iniettori

Due iniettori di carburante più piccoli consentono un’iniezione del carburante più precisa nel centro della camera di combustione, evitando così la combustione decentrata, una delle cause principali della battuta in testa. Inoltre, grazie al fatto che viene iniettato tutto insieme il 100% del carburante nel cilindro, si ottiene anche un grado di raffreddamento che fornisce una potenza aggiuntiva del 3% senza provocare battuta in testa.

 

Tecnologia avanzata nei pistoni

Per ottenere una potenza di 350 cavalli, la superficie del pistone ha bisogno di sopportare forze aggiuntive. Per garantire sia grandi prestazioni che una lunga durata, i tecnici Suzuki sono passati da un trattamento del calore standard alla “pallinatura”. La pallinatura, un procedimento più costoso, crea delle fossette sottili sulla superficie del pistone che distribuiscono uniformemente la pressione che si viene a creare durante la combustione. Inoltre, le aste di collegamento e la ferramenta sono state rafforzate per gestire i carichi aggiunti.

Suzuki Dual Prop System

Anche se le eliche propulsive controrotanti non sono una tecnologia nuova, finora non sono state mai usate con successo su motori fuoribordo. Le doppie eliche propulsive di DF350A offrono tre vantaggi chiave: dimensioni compatte, maggiore stabilità e una maggiore “trazione”.

Distribuendo la potenza del motore su sei pale, anziché solo su tre, è stato possibile mantenere al minimo le dimensioni degli ingranaggi e della scatola degli ingranaggi, cosa che a sua volta, ha consentito la realizzazione di una scatola degli ingranaggi stessa più sottile e più idrodinamica. I tecnici Suzuki hanno trascorso molte ore a lavorare tramite simulazioni al computer e sull’acqua, con la consapevolezza che ridurre la resistenza idrodinamica sarebbe stato essenziale per migliorare la velocità e le prestazioni dell’imbarcazione in generale.

All’atto pratico, tale soluzione delle eliche controrotanti, potendo contare sulla spinta di sei pale anziché delle tre che solitamente monta una propulsione convenzionale, dà vantaggi rilevanti in termini di accelerazione, di governo dell'imbarcazione, facilitando il mantenimento di una rotta rettilinea, con un incremento anche della velocità massima ed un incredibile spinta inversa. Importante da considerare, questi vantaggi sono percepibili persino su imbarcazioni più pesanti a pieno carico di carburante, attrezzature e persone.

SISTEMA DI AVVIAMENTO SENZA CHIAVE SUZUKI “KEYLESS SYSTEM”

Il sistema Suzuki di avviamento senza chiavi sfrutta un transponder in grado di trasmettere un codice di accesso al sistema di avviamento del motore. È sufficiente avere con sé la chiave e trovarsi ad una distanza massima di un metro dalla consolle, collegare il cavetto di blocco di emergenza, ruotare l’interruttore principale ed avviare il motore fuoribordo premendo il pulsante. La chiave rimane al sicuro nella vostra tasca, riducendo il rischio di perderla con un sistema semplice e privo di stress. Funziona anche come buon deterrente per i ladri poiché il motore fuoribordo non può essere avviato senza il suo codice di accesso. E il galleggiante del telecomando permette di recuperarlo se cade in acqua.